Mentre nel Mediterraneo si consumava l’ennesima strage di migranti, e l’allarme sulla Libia, dove sarebbero almeno 200 mila i migranti subsahariani pronti a partire per la Sicilia sui gommoni, su Facebook un profilo seguito da oltre 80 mila persone dovrebbe destare allarme. Si chiama Rumiya Al-Mawu-da (dall'arabo: Rumiya = romana, al mawuda = la cosa che è stata promessa) ed è una sorta di pagina pubblica di istigazione a delinquere – sempre che sia un profilo reale e non un falso creato ad arte per aumentare la confusione e gli istinti più beceri da social network.

Facebook ha presentato Notify, una nuova applicazione per smartphone per ricevere notifiche sul proprio telefono dai principali siti di informazione e intrattenimento. Si parlava già da tempo di quest’app e negli ultimi mesi buona parte delle sue caratteristiche e funzioni erano state anticipate dai siti di tecnologia, sulla base delle informazioni fornite dai partecipanti al progetto. Per ora Notify esiste solo sugli smartphone che usano iOS (gli iPhone) ed è disponibile unicamente negli Stati Uniti, ma Facebook ha annunciato che il servizio sarà esteso a diversi altri paesi nel corso dei prossimi mesi.

31 ottobre 2014

Come annunciato un anno fa e dopo sei mesi di test, Instagram lancia ufficialmente gli annunci pubblicitari video. Fondata da Kevin Systrom e Mike Krieger e di proprietà Facebook dal 2012, ha stretto accordi con Disney, Activision, Lancome, Banana Republic e CW per mostrare 15 secondi di spot in autoplay. Gli annunci inizieranno in queste ore per poi continuare nelle prossime settimane.

13 novembre 2014

Una guida interattiva, Privacy Basics, che risponderà ai dubbi principali degli utenti di Facebook con tutorial per personalizzare maggiormente il proprio profilo, ma anche un aggiornamento delle regole sulla Privacy che includono chiarimenti sulla pubblicità. Sono queste le principali novità che Facebook mette in campo a partire da oggi, aperte al feedback degli utenti, in un post ufficiale con cui annuncia la modifica delle policy.

Facebook e Twitter non sarebbero i social network su cui i marketer dovrebbero investire le loro energie. La dichiarazione arriva da Forrester Research secondo cui poche persone vedono effettivamente i post delle migliori marche su Facebook e Twitter il che vorrebbe dire per i brand perdere tempo, denaro e risorse: l’analisi è contenuta all’interno del “Social Relationship Strategies That Work”.

Phoca - GAE